Whistleblowing

Cos’è il Whistleblowing?

Il Whistleblowing è un fondamentale strumento di compliance aziendale che permette ai dipendenti oppure a terze parti (per esempio fornitori, consulenti ex dipendenti) di segnalare, in modo riservato e protetto, eventuali illeciti riscontrati durante la propria attività.

 

Canale di segnalazione telematico
link alla piattaforma

Chi puo segnalare?

Le disposizioni del D. Lgs del 24/2023 si applicano solo alle persone indicate dall’art. 3 comma 3, pertanto i soggetti legittimati a segnalare sono i seguenti:

– dipendenti pubblici e privati;
– lavoratori autonomi;
– lavoratori o collaboratori di fornitori;
– liberi professionisti e consulenti;
– volontari e tirocinanti retribuiti e non retribuiti;
– azionisti e persone con funzioni di amministrazione, direzione, controllo e vigilanza o rappresentanza;
– candidati;
– lavoratori in prova;
– ex lavoratori.

Come posso segnalare?

Amplize s.r.l. ha previsto dei canali di segnalazioni interna che permettono al soggetto Segnalante di effettuare le segnalazioni in forma scritta o orale, garantendo la riservatezza del segnalante e dando la possibilità allo stesso di mantenere l’anonimato circa la sua identità.
– La segnalazione scritta può essere effettuata accedendo al link messo a disposizione da ciascuna company;
– la segnalazione orale può essere effettuata chiedendo un incontro diretto con l’organo preposto alla gestione delle segnalazioni alla mail dedicata.

In entrambi i casi è sempre garantita la tutela alla riservatezza:
– dell’identità della persona segnalante della persona coinvolta e della persona comunque menzionata nella segnalazione;
– del contenuto della segnalazione e della relativa documentazione.

Quali violazioni possono essere oggetto di segnalazione?

Può essere oggetto di una segnalazione interna un comportamento, atto o omissione che lede gli interessi e/o l’integrità di Amplize s.r.l. di cui la Persona Segnalante viene a conoscenza nell’ambito del proprio contesto lavorativo, in particolare si possono segnalare:

  • a. le condotte illecite rilevanti ai sensi del D. Lgs. 231/2001 o violazioni del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del predetto D. Lgs. 231/2001;
  • b. violazioni di atti dell’Unione Europea o di atti nazionali indicati nell’allegato al Decreto riguardanti: appalti pubblici; servizi, prodotti e mercati finanziari e prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo; sicurezza e conformità dei prodotti; sicurezza dei trasporti; tutela dell’ambiente; radioprotezione e sicurezza nucleare; sicurezza degli alimenti e dei mangimi e salute e benessere degli animali; salute pubblica; protezione dei consumatori; tutela della vita privata e protezione dei dati personali e sicurezza delle reti e dei sistemi informativi;
  • c. violazioni di atti nazionali che recepiscono atti dell’Unione Europea che non sono presenti nell’allegato al Decreto ma riguardano i medesimi settori di cui sopra;
  • d. atti o omissioni che ledono gli interessi finanziari dell’Unione Europea di cui all’art. 375 del TFUE come individuati nei regolamenti, direttive, decisioni, raccomandazioni e pareri dell’Unione Europea (es. frodi, corruzione o qualsiasi altra attività illegale connessa alle spese dell’Unione);
  • e. atti o comportamenti che vanificano l’oggetto o la finalità delle disposizioni di cui agli atti dell’Unione Europea nei settori indicati sopra (es. ricorso a pratiche abusive che pregiudicano la concorrenza leale nel mercato interno);
  • f. atti o omissioni riguardanti la libera circolazione di merci, persone, servizi e capitali nel mercato interno, comprese le violazioni di atti dell’Unione Europea in materia di concorrenza, aiuti di Stato e imposte sulle società.

Trattamento dei dati personali

Al seguente link è possibile consultare l’informativa privacy predisposta da Amplize s.r.l. in relazione alla gestione delle segnalazioni inviate tramite i canali interni: Privacy Policy Whistleblowing